Accedi al sito
Serve aiuto?

La Leishmaniosi

Che cos'è la Leishmaniosi

La leishmaniosi è una patologia causata da un parassita ( Leishmania infantum ). Il contagio avviene con l'inoculazione del parassita da parte di piccoli insetti vettori ( Flebotomi ) durante un pasto di sangue. I Flebotomi sono attivi generalmente durante le ore notturne, con picchi intorno al tramonto, alla mezzanotte ed un'ora prima del sorgere del sole. Introdotta nell'organismo, la Leishmania innesca uno squilibrio immunologico con lesioni tissutali e a carico di molti organi di vitale importanza.

Come si diagnostica la Leishmaniosi

La diagnosi di Leishmaniosi si può effettuare grazie ad un semplice prelievo di sangue ed esami di laboratorio specifici per il cane.

Come si può prevenire la Leishmaniosi

E' possibile impostare una prevenzione della malatttia utilizzando prodotti con azione insettorepellente. I prodotti oggi a disposizione sono in grado di soddisfare le diverse esigenze dei proprietari e formulati per agevolare la prevenzione della malattia (prodotti spot-on, spray o collari). Inoltre se il cane vive all'aperto ( giardino, cortile, ecc. )  è buona norma eseguire una bonifica ambientale; l'ambiente preferito dai piccoli insetti vettori è rappresentato dalle anfrattuosità del terreno, dalle crepe dei muri, dalle superfici asciutte e secche. Si consiglia di trattare i ricoveri e le cucce ubicate all'esterno dell'abitazione.

Quando devo fare la prevenzione per la Leishmania

La stagione degli insetti  vettori che trasmettono la Leishmaniosi ha inizio con la comparsa dei primi caldi primaverili ( Aprile ) e dura normalmente fino al tardo autunno ( Ottobre ), ma è particolarmente prolungata nelle regioni del Sud Italia dove i Flebotomi possono essere presenti tutto l'anno.

Quali sono le zone a rischio di Leishmaniosi

In Italia vi sono zone endemiche, cioè zone in cui la malattia è radicata nel territorio: le isole ( Sicilia, Sardegna, Isola d'Elba ) e le aree costiere del versante tirrenico, ionico e dell'Adriatico centro-meridionale ( Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Molise, e Abruzzo ) e zone non endemiche considerate non a rischio. A causa delle mutate condizioni climatico-ambientali si è assistito ad un aumento del numero di cani infettati dai flebotomi e di conseguenza ad una diffusione della Leishmaniosi anche nelle aree considerate in passato non a rischio. Ad oggi anche le regioni costiere e collinari del medio versante adriatico ( Marche ed Emilia Romagna ) e molte aree collinari prealpine e preapenniniche delle regioni del Nord Italia ( Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Veneto, Trentino e Friuli ) possono essere a rischio di Leishmaniosi.

E' possibile curare un cane affetto da Leishmaniosi

Esiste una terapia per la Leishmaniosi del cane, bisognerà fare una valutazione attenta del paziente e proporre il protocollo terapeutico più indicato per ogni singolo caso.

A che età posso iniziare a fare prevenzione per la Leishmaniosi

I farmaci oggi in commercio si possono utilizzare in cuccioli già dai primi giorni di vita a seconda del prodotto utilizzato. Se vivi o viaggi in aree considerate a rischio Leishmaniosi è consigliabile iniziare prima possibile la prevenzione onde evitare che il tuo cane possa essere punto dai flebotomi.

I medici veterinari di questa clinica sono a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento.

Studio Medico Veterinario Bellucci
Data: 03-02-2015
« Indietro
Studio Medico Veterinario Bellucci
Via Veglia, 40
20159 - Milano
Milano - Italia
C.F. / P.Iva: 06523930151
Tel: 02.6682882
info@studiomedicoveterinariobellucci.eu