Accedi al sito
Serve aiuto?

Viaggiare in treno

IN VIAGGIO  CON GLI ANIMALI: COSA SAPERE E COSA EVITARE

VIAGGIARE IN TRENO

Dal primo dicembre 2008 sono entrate in vigore le nuove normative sul trasporto di cani ed altri animali sui treni delle Ferrovie dello Stato.

Ecco le principali norme da osservare:

  • Per tutti i cani è obbligatorio il certificato di iscrizione all’anagrafe canina (microchip), che deve essere esibito su richiesta al personale delle FFSS.
  • I cani di piccola taglia, i gatti e gli animali da compagnia continuano ad essere ammessi sui treni gratuitamente nell’apposito trasportino (misure max cm 70x30x50)
  • I cani di taglia media e grande sono ammessi con museruola e guinzaglio sugli Intercity e sugli Espressi, a pagamento, nell’ultimo scompartimento dell’ultima carrozza di seconda classe o negli ultimi 6 posti nelle carrozze a salone. Il posto di fronte al viaggiatore con il cane non è prenotabile da altri clienti ma può essere occupato da un’altra persona che tolleri l’animale. Casi di incompatibilità tra animali sullo stesso treno verranno gestiti dal personale delle FFSS, appositamente istruito.
  •  Sui treni regionali, sempre a pagamento, gli animali devono viaggiare sulla piattaforma o nel vestibolo dell’ultima carrozza, escluse le ore di punta del mattino, dalle 7 alle 9 nei giorni feriali sa lunedì a venerdì, salvo diverse prescrizioni delle Regioni competenti.
  • Nelle cuccette e nei vagoni letto i cani di qualunque taglia salgono solo se si prenota l’intero scompartimento.
  • Nessuna variazione per i cani-guida per ciechi, ammessi gratuitamente su tutti i treni senza alcun vincolo.
  • I cani appartenenti ad alcune razze considerate pericolose (es. Rottweiler, Pitbull, American Bulldog, Dogo Argentino, Fila Brazileiro ecc.) non possono mai salire a bordo. L’elenco completo delle razze pericolose è riportato nell’ordinanza pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale n.10 del 13/01/2007.
  •  Sui treni ad alta velocità (es. Pendolino ETR 450) gli animali non possono salire.
  • Per i proprietari che non pagano il biglietto per i loro animali è prevista una ammenda fino a 200 euro, ridotta a 50 euro se pagata direttamente al capotreno. E’ comunque fatto obbligo al proprietario di scendere dal treno alla prima stazione nella quale il treno effettua fermata.
     

nuova normativa del 2012

Dal sito web di Trenitalia, aggiornato in seguito all'Accordo quadro siglato il 20 luglio con la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, riferiamo delle ultime disposizioni per portare i cani in treno; i cani potranno viaggiare in 1a e 2a classe, nei livelli Business e Standard e il proprietario dovrà acquistare un biglietto prezzo Base (previsto per il treno utilizzato) ridotto del 50%.

Il biglietto per il trasporto del cane può essere acquistato nelle biglietterie e nelle agenzie abilitate, collegandolo a quello dell'accompagnatore ed è valido solo se utilizzato per il treno ed il giorno prenotato. Nel caso in cui si decide di viaggiare con l’animale, dopo aver già acquistato un biglietto, è necessario effettuare il cambio e congiuntamente acquistare il biglietto anche per il cane. Inoltre tutti i cani devono essere muniti di museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all'anagrafe canina e libretto sanitario.

Queste disposizioni di viaggio si applicano su Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca ed Eurostar ai cani di qualsiasi taglia, dal 25 luglio, oltre ai treni già previsti (Intercity e Notte), sia in 1a che in 2a classe e nei livelli di servizio Business e Standard, tranne i livelli Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono, invece, viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo. Per i cittadini stranieri è richiesto anche il pet passport.
Gli animali di piccola taglia, custoditi nell'apposito trasportino, continueranno a poter viaggiare gratuitamente su tutti i treni della flotta Trenitalia, così come avvenuto fino ad oggi.

Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono, invece, viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo.

Studio Medico Veterinario Bellucci
Data: 03-02-2015
« Indietro
Studio Medico Veterinario Bellucci
Via Veglia, 40
20159 - Milano
Milano - Italia
C.F. / P.Iva: 06523930151
Tel: 02.6682882
info@studiomedicoveterinariobellucci.eu