Accedi al sito
Serve aiuto?

In Viaggio con gli animali

NOTE PRELIMINARI

Andare in vacanza o intraprendere viaggi portando con sé i propri animali è una iniziativa che va accuratamente preparata e pianificata, per evitare che una occasione di svago si trasformi in una esperienza frustrante e spiacevole sia per i proprietari che per gli animali al seguito. Riteniamo di fare cosa gradita a che deve mettersi in viaggio ricordando alcune semplici norme da adottare; in ogni caso è sempre consigliabile consultare il proprio veterinario che vi saprà indirizzare verso le opzioni tra cui scegliere.

  • Prima di partire assicuratevi innanzitutto che l’animale sia gradito ed accettato nel luogo dove vi recherete; questo vale sia per i campeggi, alberghi ecc. come pure per la casa di parenti dove passerete le vostre vacanze. Molti alberghi o residence accettano solo cani di piccola taglia; se l’animale deve restare da solo in camera per alcune ore al giorno avvertite il personale al piano oppure appendete il cartello “Non disturbare” alla porta per evitare che le cameriere possano entrare inavvertitamente e magari lasciare fuggire l’animale.
  • E’ opportuno che l’animale porti su di sé una medaglietta o un collarino riportanti i numeri di telefono dei proprietari; meglio non mettere anche il nome dell’animale in quanto la possibilità di voltarsi e rispondere se chiamato col proprio nome aumenta le possibilità di riconoscimento certo tra un cane perduto o rubato ed il suo legittimo proprietario.
  • E’ obbligatorio fare apporre a ciascun cane il microchip che corrisponde alla registrazione alla Anagrafe Canina; in tal modo il riconoscimento di un animale e il suo abbinamento al proprietario tramite la banca dati è immediato e incontrovertibile.
  • Per espatriare è necessario il passaporto per cani, gatti e furetti; questo documento viene rilasciato dai Servizi Veterinari, dopo che il veterinario curante ha provveduto a praticare la vaccinazione antirabbica e l’iscrizione alla anagrafe con microchip. Alcuni Paesi extracomunitari tuttavia richiedono una certificazione aggiuntiva che comporta un prelievo di sangue dell’animale da effettuarsi anche molto tempo prima della partenza. Accertatevi anche presso i Consolati del paese in cui viaggerete che non siano richiesti documenti aggiuntivi quali visti o vaccinazioni particolari.
  • Portate in viaggio scorte abbondanti del cibo preferito dal vostro animale, soprattutto nei casi in cui viene usualmente utilizzato un regime dietetico particolare; alcuni alimenti possono essere difficilmente reperibili in altri paesi o regioni, per cui il vostro animale potrebbe rimanere per settimane senza la sua cura.
  • Portate in viaggio un semplice kit di pronto intervento per il vostro animale, ad esempio farmaci antiemetici e antidiarroici, creme al cortisone, disinfettanti e compresse di garza sterile; anche se lontani ricordatevi di consultare telefonicamente se necessario il vostro veterinario curante per un consiglio. Se non reperibile, procuratevi il numero di un pronto soccorso veterinario nella località dove vi trovate.
  • Infine portate con voi una fotografia (anche digitale) del cane o gatto, preferibilmente in cui lo si veda per intero: nel caso sfortunato di smarrimento queste immagini vi permetteranno di descrivere e mostrare con evidenza l’aspetto dell’animale scomparso.
  • Nel caso sia oggettivamente impossibile organizzare un viaggio sereno e divertente per tutti, senza limitazioni nella mobilità dei proprietari e disagi per gli animali, prendete in considerazione anche la eventualità di un soggiorno in una pensione per animali, ma prenotate per tempo, la richiesta è sempre molto pressante.
Studio Medico Veterinario Bellucci
Data: 03-02-2015
« Indietro
Studio Medico Veterinario Bellucci
Via Veglia, 40
20159 - Milano
Milano - Italia
C.F. / P.Iva: 06523930151
Tel: 02.6682882
info@studiomedicoveterinariobellucci.eu